STORIA

1959

Giacomo Ferrero fonda a Farigliano, un piccolo paese delle Langhe in provincia di Cuneo, la Ferrero Mangimi.

1995

Massimo Ferrero, figlio del fondatore, decide la prima acquisizione integrando lo stabilimento di Cavallerleone (CN)

2000-2004

Prosegue l’attività di acquisizione di nuovi stabilimenti: nel 2000 è il tempo di Fossano (CN), viene poi Fasano (BR) nel 2003 e quindi Urgnano (BG) nel 2004.

2005-2010

Le varie acquisizioni sono state teatro di un notevole sviluppo, anche legato all’implementazione di nuove tecnologie di produzione, tutte completamente automatizzate.

2011

Ferrero Mangimi allarga i suoi orizzonti ed inizia a produrre anche in Spagna, nello stabilimento di Olombrada (Segovia)

2012

Si realizza un accordo di collaborazione con Dell’Aventino Mangimi a Fossacesia (CH), che nel tempo ha determinato il trasferimento delle produzioni dallo stabilimento pugliese.

2013

In seguito ad un infarto fatale, viene a mancare il dott. Massimo Ferrero, motore e anima di questo grande sviluppo aziendale. Ciononostante, per volontà della moglie Ada e della figlia Beatrice, e con il supporto di tutta la “grande famiglia” Ferrero Mangimi, l’attività prosegue.

2014

A conferma di ciò, a settembre viene portata a termine un’altra importante acquisizione: lo stabilimento di Sorbolo, a Parma.

2017

Ferrero Mangimi acquisisce lo stabilimento produttivo di Altamura (BA), dopo una breve partnership iniziale.

Inoltre, sempre nel 2017, Ferrero Mangimi inizia a formulare e produrre alimenti zootecnici provenienti da agricoltura biologica, ottenendo la prestigiosa certificazione BIOS.

2019

Il 2 maggio 2019 il Gruppo Chiola, una delle maggiori realtà operanti nella filiera suinicola italiana, entra nella compagine sociale della Ferrero Mangimi, acquisendo la maggioranza azionaria.
La complementarità tra il Gruppo Chiola e Ferrero Mangimi rappresenta un’imperdibile opportunità per esprimere tutto il potenziale sinergico ed affrontare con rinnovata energia le sfide future.