Ferrero Mangimi investe nel benessere animale: tecnici formati dal CReNBA

22/08/2017

Il benessere animale, inteso come stato di salute fisica e mentale, è un tema largamente discusso e dibattuto nella società degli ultimi decenni. Molto spesso i mass media diffondono immagini e filmati che ritraggono casi limite, facendo erroneamente passare il messaggio che l’allevamento intensivo sia sinonimo di disagio, mentre gli allevamenti estensivi (con utilizzo temporaneo o permanente di pascoli) siano la soluzione di benessere ideale. In realtà, l’animale al pascolo può soffrire di carenze idriche ed alimentari, di paura e rischi sanitari, legati a superfici poco confortevoli: il benessere animale è un concetto dinamico che varia in base alle diversità specie-specifiche ed alla loro evoluzione in relazione alle condizioni di sviluppo e dell’ambiente.


Il concetto di benessere animale è ben riassunto nelle “cinque libertà” (Brambell Report, 1965), che costituiscono dei criteri di riferimento per la formulazione di tale giudizio: non è possibile prevedere che la mancanza di una di esse sia compatibile con il rispetto del benessere.

benessere-animale-cinque-liberta

  1. Libertà dalla sete, dalla fame e dalla cattiva nutrizione, facilitando l’accesso ad acqua fresca e pulita e promuovendo una dieta che mantenga l’animale in salute e vigore fisico;
  2. Libertà di avere un ambiente fisico adeguato, che non rappresenti fonte di disagio per l’animale;
  3. Libertà dal dolore, dalle ferite e dalle malattie, con l’utilizzo di sistemi di prevenzione e di rapida diagnosi e cura;
  4. Libertà di manifestare le caratteristiche comportamentali specie-specifiche normali, fornendo all’animale sufficiente spazio, installazioni appropriate e vita sociale propria della specie allevata;
  5. Libertà dalla paura e dal disagio, assicurando condizioni e cure che evitino sofferenze psichiche. Gli animali hanno diritto ad essere protetti da eventi e stimoli che provocano in loro paura: l’allevatore deve comprendere quali sono le fonti di disagio per l’animale e cercare in tutti i modi di evitarle.



La valutazione del benessere in allevamento è fondamentale: oltre a garantire il benessere degli animali stessi ed impedire che vivano in condizioni di sofferenza, è fondamentale per la sicurezza alimentare e la salute pubblica. Un animale sano ed allevato in buone condizioni igienico-sanitarie necessita di assumere meno farmaci, vive più a lungo e produce meglio e di più. Al contrario, lo stress e le condizioni di scarso benessere possono danneggiare la salute degli animali, aumentando la propensione alle patologie e mettendo a rischio la salute dei consumatori.

La Ferrero Mangimi investe ogni giorno nella tutela del benessere animale, perseguendo come obiettivo la soddisfazione dell’allevatore e del consumatore finale. Con queste finalità, diversi nostri tecnici sono stati formati ed abilitati dal CReNBA (Centro di Referenza Nazionale per il Benessere Animale) per la valutazione del benessere in allevamento di bovini da carne e bovini da latte.

Nello specifico, il CReNBA, con sede presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia ed Emilia Romagna, svolge l’attività di supporto tecnico-scientifico per il Ministero della Salute e per l’autorità competente, e sostiene la ricerca e la formazione nel settore del benessere animale.

La formazione costituisce, infatti, un punto cardine per ridurre al minimo la sofferenza degli animali.
I nostri operatori tecnici abilitati possiedono una precisa e completa conoscenza dei macchinari, delle tecniche operative e dei comportamenti e abitudini degli animali con cui lavorano, nei rapporti fra loro e con l’ambiente. Una tale preparazione consente al tecnico di operare in tranquillità, con la piena consapevolezza dei punti critici da tenere sotto controllo e delle misure da adottare in caso di urgenza.


Ci sono alcune nozioni riguardanti il funzionamento dei macchinari e conoscenze etologiche di base che sono ciascun operatore deve possedere, mentre vi sono alcune informazioni specifiche (come il tipo di corrente de usare, i punti corretti di applicazione, alcune caratteristiche comportamentali) che sono peculiari per ciascuna specie: il tecnico dovrà conoscerle in modo specifico per poter operare con quel tipo di animale.


Grazie a questa formazione specifica, i nostri tecnici abilitati dal Centro di Referenza sono in grado di eseguire una specifica valutazione del livello di benessere dell’animale e del livello di biosicurezza: queste informazioni consentono ai medici veterinari di capire in quale area aziendale esista una carenza e fornire all’allevatore una consulenza specifica su quali siano i miglioramenti da apportare. In questo modo, la qualità etica del benessere animale si tramuta in crescita economica diretta.

Per maggiori informazioni sulla tipologia di supporto che i nostri tecnici CReNBA ti possono fornire